Accedi Registrati

Login

Email
Password
Ricordami
  • Home
  • Prestatore
  • Ultimo trimestre esplosivo: crescita dei volumi annui pari a +125% nel 2018

Ultimo trimestre esplosivo: crescita dei volumi annui pari a +125% nel 2018

Facebook Twitter Linkedin Email Stampa

Il quarto trimestre ha concluso un nuovo anno record per il P2P Lending Italiano nel 2018. Esattamente un anno fa, nel commentare i volumi del 2017, avevamo affermato: “Siamo convinti che il 2018 segnerà un ulteriore record di volumi e un ulteriore balzo dimensionale. Le premesse ci sono tutte: il crescente numero di piattaforme, l’interesse dei media, le recenti novità approvate con la legge Finanziaria per il 2018 (di cui scriveremo a parte)”.

La previsione è risultata corretta. Ma il tasso di crescita dei volumi nell’anno appena trascorso è stato superiore alle nostre più rosee aspettative.

L’erogato complessivo trimestrale delle dieci piattaforme che contribuiscono alle nostre rilevazioni è infatti balzato nel quarto trimestre a 256 milioni di euro (+42% rispetto al terzo trimestre e +90% rispetto al quarto trimestre del 2017 – tutti dati omogenei), un dato che polverizza il precedente record trimestrale. Grazie a ciò, l’erogato complessivo nel 2018 si è attestato a 763 milioni, con un aumento del 125% rispetto ai 340 milioni erogati dalle stesse dieci piattaforme nel 2017.

Inoltre - pur continuando a rimanere significativo – il nostro campione sottostima le dimensioni complessive del fenomeno in Italia, visto che i nostri dati non includono (ancora) i volumi di numerosi players che hanno iniziato di recente la loro attività. Lo sforzo di includere quante più piattaforme possibile nel nostro campione continuerà anche nel 2019.

Analisi per segmento

Come sempre, al di là del dato complessivo, ha molto più senso analizzare i dati per segmento.

I volumi erogati dal segmento sconto fatture sono balzati a 210.4 milioni nel trimestre...

Nel segmento sconto fatture - per il quale il nostro campione attuale comprende quattro piattaforme (CashMe, Credimi, Fifty, Workinvoice) - i volumi erogati sono balzati a 210.4 milioni, con una crescita del 47% rispetto al trimestre precedente e del 94% rispetto al quarto trimestre del 2017.

Il segmento prestiti alle imprese ha erogato quasi il doppio rispetto a un anno fa: 18.3 milioni nel trimestre...

Le due piattaforme del campione (Borsa del Credito e Lendix) operanti nel segmento prestiti alle imprese hanno erogato 18.3 milioni di nuovi prestiti, con un progresso del 44% rispetto al trimestre precedente e dell’86% in confronto al quarto trimestre 2017.

I volumi per il segmento prestiti alle persone si attestano a un nuovo record di 27.3 milioni...

Nuovo record trimestrale anche per il segmento prestiti agli individui. Le quattro piattaforme del nostro campione (Prestiamoci, Smartika, Soisy, Younited Credit) hanno erogato 27.3 milioni di nuovi prestiti. La crescita è pari a +8% rispetto al trimestre precedente e al 63% rispetto al quarto trimestre del 2017.

Il nostro dashboard 
Ricordiamo – repetita iuvant - che il nostro dashboard attuale di osservazione si compone di cinque KPIs (Key Performance Indicators):

  • Volumi erogati dall' inizio dell'attività aziendale (Erogato da inception)
  • Numero di prestiti erogati dall'inizio dell'attività aziendale (Prestiti erogati da inception) ma solo per i segmenti Prestiti Personali e Prestiti a medio termine alle Imprese
  • Volumi erogati nell'ultimo trimestre (Erogato trimestrale)
  • Numero di prestiti erogati nell'ultimo trimestre (Prestiti erogati nel trimestre) ma solo per i segmenti Prestiti Personali e Prestiti a medio termine alle Imprese
  • Valore medio dei prestiti erogati nell'ultimo trimestra (Ticket medio erogato nel trimestre) anche qui solo per i segmenti Prestiti Personali e Prestiti a medio termine alle Imprese

Commento ai dati del Quarto Trimestre 2018
Il montante complessivo erogato da inception dal nostro campione supera la soglia del miliardo di euro, attestandosi a 1,204.8 milioni, con una crescita trimestre-su-trimestre del 27% e anno-su-anno del +173%.

fig 076 1 Figura 1 - Erogato da inception (€)

Di questi: 209.3 milioni sono relativi alle quattro piattaforme operanti nel segmento Prestiti Personali, mentre i rimanenti 995.5 milioni si riferiscono alle sei piattaforme specializzate nei Prestiti alle Imprese. L’analisi disaggregata di questo segmento mostra per i Prestiti alle Imprese (a medio e lungo termine) una crescita dei volumi a 88.3 milioni di euro. Il sub-segmento Sconto Fatture mostra invece una crescita dell’erogato da inception a 907.2 milioni di euro.

Il numero di prestiti erogati da inception nei segmenti prestiti personali e prestiti a medio termine alle imprese è pari a 28712, di cui: 28045 prestiti ad individui e 667 prestiti alle imprese.

Nel trimestre appena trascorso i due segmenti per i quali continuiamo a riuscire a fornire aggiornamenti completi hanno erogato 3468 nuovi prestiti: quelli erogati a individui sono stati 3378, quelli alle imprese 90. Per quanto riguarda il segmento sconto fatture, il numero di prestiti erogati dalle tre piattaforme che ci forniscono questo dato è stato invece pari a 12082 nel solo quarto trimestre del 2018, a testimonianza di come questo segmento abbia ormai raggiunto una dimensione significativa, sia in termini assoluti che in termini relativi ad altri paesi dell’area UE.

fig 076 2 Figura 2 - Erogato trimestrale (€)

Il Ticket medio erogato nel mese risulta pari a:

  • 8,089 euro per i prestiti a individui;
  • 203,313 euro per i prestiti alle imprese.

 

I problemi strutturali del sistema bancario supportano la previsione di un 2019 in continuata crescita per il P2P Lending

Sulla base di questi numeri, l’Italia si conferma uno dei paesi in Europa con il maggiore tasso di crescita per il P2P. Crediamo non sia un caso che – allo stesso tempo – il nostro paese continui a mostrare evidenze – sia statistiche che aneddotiche – di come una buona parte del settore bancario non riesca a trasmettere adeguatamente credito alle imprese di dimensioni medio/piccole e più in generale agli agenti economici di modeste dimensioni.

Malgrado la narrativa da “disco rotto” tendente a teorizzare il contrario diffusa ormai da anni, i numeri spiegano chiaramente che – dopo la crisi del 2008/2009 e malgrado i tassi a 0 e le generose iniezioni di liquidità della BCE – il credito a “buon mercato” e – soprattutto – erogato in modo efficace, rapido e trasparente, rimane una “merce” riservata quasi esclusivamente agli operatori economici più importanti. Il problema è tuttora irrisolto sia nel nostro paese che in diverse altre economie della UE.

Per tutto quanto sopra, è relativamente facile prevedere che nuove forme di credito, miranti a risolvere o ad alleviare almeno in parte il problema, continueranno a crescere.

Come un anno fa, rimaniamo quindi convinti che il 2019 segnerà un ulteriore record di volumi e un ulteriore balzo dimensionale per il P2P Italiano.

Il rallentamento del ciclo economico rappresenterà un primo test importante per i ritorni degli investitori…

Il P2P - in Italia e nella UE – è nato e si è sviluppato solo di recente, in anni caratterizzati complessivamente da un ciclo economico benigno. I segnali nell’ultima parte del 2018 sono stati chiari: il 2019 potrebbe essere il primo anno di modesta crescita economica (se non di contrazione in alcuni paesi) da quando il P2P si è affermato. Sarà pertanto importante, oltre ai volumi, osservare eventuali peggioramenti nella qualità dei crediti erogati e di conseguenza i ritorni che le piattaforme riusciranno ad offrire agli investitori in prestiti nei prossimi 12/24 mesi.

Anche in questo caso, sottolineiamo che questo test varrà non solo per l’Italia, ma per l’intero settore P2P in Europa, come è emerso chiaramente dai nostri incontri alla recente Lendit Conference di Londra (ma di questo scriveremo a parte).

Buon 2019 e In Bocca al Lupo!


ARCHIVIO

Tutti gli articoli




Area utenti