Accedi Registrati

Login

Email
Password
Ricordami

Il mondo del P2P Lending oggi

Facebook Twitter Linkedin Email Stampa

L’ecosistema del P2P Lending è in continua espansione e cambiamento. Dal 2005, anno del lancio di Zopa (la prima piattaforma anglosassone dedicata al P2P), il numero delle aziende operanti nel settore si è moltiplicato di anno in anno (Figura. 1) ed i volumi erogati hanno mostrato una crescita esponenziale. Il P2P Lending si è anche diffuso geograficamente, diventando un fenomeno globale.

Figura 1 – L’ecosistema del P2P Lending è in continua espansione

Figura 1 – L’ecosistema del P2P Lending è in continua espansione

Secondo alcune  stime, il mercato Cinese rappresenterebbe oggi circa l’85% dei volumi annuali erogati dal settore. Non siamo al momento in grado di verificare l’attendibilità di questi numeri. Il nostro focus si concentra pertanto su quello che sta accadendo in Occidente, dove le statistiche di settore sono a nostro giudizio più attendibili.

Figura 2 – I prestiti concessi tramite Marketplaces mostrano una crescita esponenziale ($mld)

Figura 2 – I prestiti concessi tramite Marketplaces mostrano una crescita esponenziale ($mld)

Negli Stati Uniti e nel Regno Unito (UK) i volumi erogati nel 2015 sono cresciuti intorno al 100%. In Europa (ex UK) il mercato nel 2015 è cresciuto del 200% rispetto al 2014 che aveva fatto registrare un +140% rispetto all’anno precedente.
Nonostante i tassi di crescita a tre cifre esibiti dalle piattaforme di P2P Lending in Occidente, lo spazio (ovvero il “mercato aggredibile”) resta ancora enorme (Figura. 3). 

In altre parole:  


la rivoluzione nel mondo del credito è appena iniziata...


 

Figura 3 – I prestiti concessi dai Marketplaces come % del corrispettivo mercato aggredibile ($tn)

Figura 3 – I prestiti concessi dai Marketplaces come % del corrispettivo mercato aggredibile ($tn)

L’Italia e il P2P Lending 

Oggi in Italia, a fronte di un potenziale mercato molto ampio, esistono e sono attive solamente due piattaforme che erogano prestiti a privati: Prestiamoci (prestiamoci.it) e Smartika (smartika.it). 

Per quanto riguarda invece il prestito alle imprese, dal Report 2015 dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, risulta operante una sola piattaforma: Borsa del Credito (borsadelcredito.it).

Figura 4

È facile prevedere in futuro l’ingresso di nuovi operatori, sia per quanto riguarda i prestiti a privati che per quelli alle imprese. 

Nel segmento dedicato alle aziende, ad esempio, stanno nascendo nuove iniziative che – copiando di fatto quanto già avvenuto in altri paesi – si dedicheranno al finanziamento di singoli “verticali” (es. anticipo su fatture).


Fonti figura 1: Liberum; WDJZ.com; AltFi Data; Company websites.
Fonti figura 2 e 3: Liberum; AltFiData; Dati societari.


ARCHIVIO

Tutti gli articoli




Area utenti