Accedi Registrati

Login

Email
Password
Ricordami
  • Home

P2P Lending Italia - #Opinioni

Anche per la Bundesbank il prestito P2P può essere più veloce e facile

“L’Information Technology ha consentito a nuovi entranti di servire un segmento del credito al consumo precedentemente negletto. Questa fetta del mercato è caratterizzata da consumatori ad alto rischio e linee di credito di importo modesto”...di cosa e di chi parliamo?

Ennesimo record di erogazioni per il P2P Lending Italiano in Giugno!

Il P2P Lending Italiano segna l’ennesimo record in Giugno. I volumi di nuovi prestiti erogati nel mese appena trascorso si attestano infatti a 14.68 milioni di euro. Il progresso rispetto a Maggio 2017 è pari a +14% mentre è un +233% rispetto a Giugno 2016. Anche in termini omogenei - ovvero tenendo conto che 12 mesi fa non erano ancora operative due delle otto piattaforme nel nostro campione - l'aumento anno su anno risulta in tripla cifra, attestandosi a +180% secondo le nostre stime.

I risultati di Lending Club mostrano luci e ombre

Lending Club (LC) – il più grande Online Marketplace di prestiti alle persone quotato al NYSE (New York Stock Exchange) - ha comunicato questa settimana i risultati per il quarto trimestre 2016 e l’intero anno fiscale.

P2P Lending Italia ha analizzato i risultati e i messaggi che il management ha fornito agli investitori durante la presentazione degli stessi. Ne esce un quadro composto da luci e ombre, analizziamolo più in dettaglio…

Il fondatore di Lending Club si dimette: si avvicina la “tempesta perfetta” per il P2P

La “notizia bomba”
Lending Club (LC) – la più grande piattaforma P2P al mondo – ha annunciato stamattina in coincidenza con i suoi risultati trimestrali le dimissioni di Renaud Laplanche, suo fondatore e CEO. Laplanche è considerato il “guru” del P2P e una figura – fino a ieri – carismatica per la promozione della crescita della nuova industria negli Stati Uniti e a livello globale.

Il P2P Lending e i Media: ragioniamo con la nostra testa!

Negli ultimi mesi, dopo le clamorose dimissioni del CEO di Lending Club, sono apparsi sulle principali testate economiche americane ed europee una serie di articoli molto critici sulle piattaforme - e più in generale - sul modello di business del P2P/Marketplace Lending.

Il P2P rallenta la sua corsa anche nel Regno Unito

L’industria del P2P o Marketplace Lending continua a mostrare segni di rallentamento in quei paesi dove la crescita è stata tumultuosa negli ultimi anni.

Il Progetto BEI-Funding Circle: “QE” per le PMI ?

Gli inglesi lo definirebbero un “watershed event” (evento spartiacque). A fine Settembre dell’anno scorso l’FT aveva riportato la notizia che Funding Circle – il principaleMarketplace anglosassone di P2P lending alle PMI – e la BEI – Banca Europea degli Investimenti, erano in trattative per permettere a quest’ultima di prestare fino a 100 milioni di sterline alle aziende del Regno Unito selezionate dalla piattaforma.

Il progetto pilota – come si legge dal sito ufficiale della BEI – è stato successivamente approvato in data 15 Dicembre 2015.

Per il decollo effettivo manca ancora l’assenso definitivo al suo finanziamento da parte del Consiglio della BEI.

Il punto dell’Osservatorio Crowdinvesting del Politecnico di Milano

Nei giorni scorsi è stato presentato dal Politecnico di Milano il 2° Report italiano sul crowdinvesting, che descrive una situazione di vivace crescita del P2P lending in Italia. Il report è scaricabile qui.
Abbiamo intervistato Alessandro Cimino e Marco Filella, giovani laureandi del Politecnico che fanno parte del gruppo di lavoro dell’Osservatorio. 

Il teorema del frigorifero

“Per un incremento delle probabilità di successo finanziario, il tempo dedicato all’approfondimento delle caratteristiche di un investimento deve essere almeno equivalente a quello impiegato per l’acquisto di un frigorifero nuovo.”

Ecco il postulato del “teorema del frigorifero”! Teorema di mia invenzione e (solo momentaneamente...) sconosciuto ai più.

Intervista a Rupert Taylor, CEO e Fondatore di AltFi Data

Come postato la scorsa settimana siamo stati a Londra, dove abbiamo partecipato al seminario Income Opportunities in Alternative Credit, promosso da AltFi. Il seminario ha evidenziato il progresso di alcuni importanti trend nell’industria, che vedono AltFi tra i promotori del cambiamento. Abbiamo chiesto a Rupert Taylor – fondatore e CEO della società – di rilasciarci una breve intervista, per descrivere AltFi e la sua mission aziendale.

La macchina del tempo dimensionale e regolamentare

Oggi il Regno Unito (UK) è considerato dagli operatori del settore come il miglior mercato per quanto riguarda lo scenario regolatorio. Funding Circle (uno dei principali Marketplaces del Regno Unito) è stato incluso dal governo nella lista delle “UK national's Future 50 companies” (le 50 aziende nazionali del futuro). La stessa piattaforma ha ricevuto supporto finanziario dal governo britannico e ha recentemente iniziato negoziati con la BEI (Banca Europea degli Investimenti) per permettere a quest’ultima di investire a favore delle aziende in UK

Ecco un primo esempio di quello che intendiamo come “macchina del tempo dimensionale e regolamentare”!

Il Regno Unito, grazie al fatto di essere stato la culla del P2P Lending e di poter contare su una regolamentazione chiara (dettata dalla Financial Conduct Authority, “FCA”), sembra trovarsi diversi anni avanti nella curva di sviluppo di questo nuovo settore rispetto al resto dell’Europa.

Le prime raffiche della “tempesta perfetta” per il P2P spazzano gli Stati Uniti

La tempesta che si sta scatenando sul P2P a seguito delle clamorose dimissioni di Renaud Laplanche, il CEO di Lending Club, è in pieno svolgimento. Le prime raffiche hanno soffiato questa settimana negli Stati Uniti (US), con vari articoli di stampa (Financial Times, Wall Street Journal, Bloomberg), anticipazioni di prossime indagini da parte della SEC (Securities and Exchange Commission) e dichiarazioni di cautela verso il settore da parte di grandi banche.


ARCHIVIO

Tutti gli articoli




Area utenti